La più grande rivoluzione per l'essere umano
a livello individuale e come specie
è la comprensione dell'unità del tutto.

Lo scopo di questo blog è favorire la comprensione del principio di non−dualità, in base al quale la natura ultima della realtà è riconosciuta come unica e unitaria. Dunque, una visione che ammette la medesima essenza in tutto ciò che esiste, oltre l'apparente diversificazione di forma.

AUTORI: 228 POST:  COMMENTI:   BUONA LETTURA!

One Self non−duality hub è la porta
per la consapevolezza di unità del tutto!

L'universo è uno

L’universo è uno, infinito, inmobile. Una, dico, è la possibilità assoluta, uno l’atto, una la forma o anima, una la materia o corpo, una la cosa, uno lo ente, uno il massimo ed ottimo; il quale non deve posser essere compreso; e però infinibile e interminabile, e per tanto infinito e interminato, e per conseguenza inmobile.


Giordano Bruno in De la causa, principio et uno (1585)

Questo è il significato di assoluto

Nell'Assoluto non esistono contraddizioni. Il nome di Krsna, la Sua forma, le Sue attività, le Sue qualità e tutto ciò che lo accompagna non sono differenti da Krsna: questo è il significato di assoluto. Non esiste differenza fra la forma di Krsna e Krsna stesso.


A.C. B. Swami Prabhupada in Gli insegnamenti di Kapila Deva (1986)

La coscienza del bambino

Tutto appariva nuovo e strano all'inizio, estremamente raro, piacevole e bello. Io ero un piccolo straniero il cui arrivo nel mondo era salutato e circondato da innumerevoli gioie. La mia conoscenza era divina; intuivo quelle cose che ho poi raggiunto grazie al più elevato intelletto dopo la mia apostasia. La mia ignoranza era un vantaggio, facendomi sembrare nello stato di innocenza. Tutte le cose erano immacolate, pure e gloriose; le sentivo infinitamente mie, gioiose e preziose. Non conoscevo alcun peccato, rivendicazione o legge. Non immaginavo povertà, contese o vizi. Tutte le lacrime e le discussioni erano nascoste ai miei occhi. Tutto era immobile, libero e immortale. Non conoscevo alcuna malattia né morte. In assenza di tutto ciò ero divertito come un angelo con le manifestazioni divine nel loro splendore e gloria, vedevo ogni cosa nella pace dell'Eden; il Paradiso e la Terra cantavano le lodi del mio Creatore, e suonavano per me la stessa melodia di Adamo. Tutto il tempo era Eternità, un perpetuo Sabbath. Non è strano che un bambino debba essere l'erede del mondo intero e vedere quei misteri mai rivelati nemmeno nei libri dei saggi?


Thomas Traherne (poeta e teologo metafisico inglese) in The poetical works of Thomas Traherne, 1636-1674, edited by Bertram Dobell (1906) Trad. E.V.

Govinda (Krsna) l'Essere Supremo

Govinda è il Signore primordiale, la cui forma trascendentale è piena di beatitudine, verità e concretezza, e dunque piena del più abbagliante splendore. Ogni parte di quella figura trascendentale manifesta in sé le piene funzioni di ogni altra parte e controlla, mantiene e manifesta gli infiniti universi, sia spirituali sia materiali.


BRAHMA-SAMHITA, 5,32 (antico testo sanscrito della tradizione induista composto da versi di preghiera per glorificare Krsna o Govinda all'inizio della creazione) trad. E.V.

Casa è dove è la verità

Come potete essere sicuri razionalmente che il principio di unità del tutto sia vero? Non potete. Potete raggiungere un livello di soddisfacimento dell’intelletto tale da percepire una quiete là dove prima vi era una grande agitazione. Quello già sarà un segnale importante. Ma è opportuno uscire dall’aspettativa di avere una dimostrazione razionale, logica, della natura unitaria della realtà. Come possiamo allora essere sicuri che questa affermazione fondamentale sia vera?



L'incessante gioco della vita

La vita, dal punto di vista individuale, è un incessante gioco di equilibrio fra l'introiezione della realtà esterna e la proiezione dinamica della nostra identità. Entrambi i processi sono influenzati dalla nostra visione della natura ultima della realtà,  ovvero se concepita come duale o non duale, e diversa sarà di conseguenza l'esperienza generata e vissuta.